Ritorno alla Torre

Rievocazione storica medievale

Nel corso delle giornate del 14 e 15 settembre, all’interno del Complesso Monumentale di Torre Alemanna e sul piazzale esterno, cuore della borgata, i visitatori vivranno un’esperienza immersiva nel Medioevo, rivivendo quel periodo storico grazie ai figuranti, agli attori, gli abiti medievali, le musiche, il cibo e l’atmosfera riprodotta.

Sarà come effettuare un viaggio indietro nel tempo, grazie allo spirito evocativo del luogo e al racconto animato e teatralizzato che ricorda la presenza dei Cavalieri Teutonici nel territorio della Capitanata. Sarà ricostruita la vita quotidiana dell’epoca, mediante la riproduzione fedele degli abbigliamenti, degli armamenti e ambientazioni.

Dopo un breve corteo di arrivo dei Cavalieri Teutonici nel borgo, sarà possibile assistere alla rappresentazione della cerimonia d’insediamento dei Cavalieri Teutonici e alla festa di accoglienza della comunità di Corneto. Nel corso della rievocazione ci saranno esibizioni di danze e musici, si potrà assistere a combattimenti di scherma e azioni dinamiche di tiro con l’arco, visitare il mercato delle Arti e mestieri, mentre i più piccoli potranno vivere la cerimonia di addobbamento a cavaliere dell’Impero.

Nella serata di sabato e nella mattina di domenica i visitatori potranno deliziare i loro palati gustando pietanze medievali presso gli stand di ristoratori attenti a rivisitare i piatti del 1200.

Per le famiglie si terranno laboratori artistici sul medioevo a cura dell’associazione culturale utopikaMente Aps e letture animate a cura dell’AIB Puglia e della libreria L’Albero dei Fichi.

Il Polo museale di Torre Alemanna

Borgo Libertà • Cerignola

Torre Alemanna è uno scrigno di storia, arte e cultura, custodito nel cuore della Daunia antica, a Borgo Libertà, frazione a 18 km dalla città di Cerignola (FG).

Il Polo museale, costituito dal Complesso Monumentale e dal Museo della ceramica, appare oggi inconfondibile per la presenza dell’imponente torre medievale, alta circa 24 metri, che da una lieve collina osserva silenziosa questa fetta di Tavoliere delle Puglie.

Visitare Torre Alemanna significa affrontare un suggestivo viaggio indietro nel tempo, immergersi nella storia del nostro territorio, seguire l’avvicendarsi di uomini e attività in uno spaccato che va dal Medioevo all’età Moderna, ricco di resti archeologici, iscrizioni, stemmi cardinalizi e opere d’arte.

Torre Alemanna affonda le sue radici nelle affascinanti vicende medievali dello scenario storico delle crociate. Il nome, infatti, compare in un documento del 1334, che fa riferimento ad una “viam qua itur a Turri de Alamagnis”   e rinvia ai suoi fondatori, i Cavalieri Teutonici, ai quali l’imperatore Federico II nel 1231 donò delle terre presso Corneto, antico borgo medievale poco distante.

Il complesso di Torre Alemanna, che fu uno dei più fiorenti tra i centri teutonici, oggi è l’unico insediamento fortificato dell’Ordine ancora esistente in area mediterranea, frutto della stratificazione dei secoli: luogo di culto sotto i Cavalieri, poi insediamento fortificato; in seguito masseria di proprietà cardinalizia in età aragonese.

Gli scavi archeologici condotti all’interno del complesso hanno riportato alla luce i resti della più antica fase, relativa a una chiesa rurale risalente al X-XI secolo, intorno cui orbitava un’area funeraria, su cui fiorì l’importante azienda agricola e zootecnica amministrata dai Cavalieri Teutonici. Essa era organizzata in una struttura quadrangolare dotata di corpi perimetrali destinati a stalle, vani funzionali e includeva una chiesa a navata unica, dotata di un raffinato ciclo di affreschi, oggi visibili, databili alla seconda metà del XIII secolo.

Agli inizi del XIV secolo si aggiunse la possente torre quadrata, eretta con funzioni abitative e di controllo, che costituisce il nucleo centrale di quella che oggi ai visitatori appare una piccola cittadella fortificata, completata dal rinascimentale Palazzo dell’Abate, edificato a partire dal 1570 e attualmente sede del Museo della Ceramica. Vi sono esposte ceramiche di XV-XVII secolo, tra cui spicca la rara produzione autoctona di graffita policroma.

Dopo un lungo periodi di abbandono, a partire dal 1987 il Comune di Cerignola intraprese una lunga stagione di interventi di restauro architettonico, finanzianti con fondi europei, che si conclusero nel 2008, riportando il sito al meritato splendore.

La Cooperativa Frequenze

La società cooperativa Frequenze a r. l., costituita nel 2016, è una start up innovativa a vocazione sociale che nasce ed opera per lo sviluppo di prodotti, servizi e progetti culturali, in particolare attraverso la consulenza, progettazione e gestione di attività nei settori della valorizzazione e fruizione culturale e promozione turistica.

Dal 2018 gestisce il Polo museale di Torre Alemanna, presso cui ha attivato numerosi servizi museali ed un ricco e variegato programma di attività culturali. Visite guidate, laboratori didattici di educazione museale, concerti, spettacoli, reading, aperture al chiaro di luna, notti in sacco a pelo con autori di letteratura dell’infanzia, degustazioni enogastronomiche, adesione a campagne nazionali (come la Giornata delle Famiglie Al Museo (FAMu), Giornata Internazionale dei Musei o Giornate di Primavera del FAI), sono alcune delle attività in corso che mirano a far conoscere a cittadini e turisti Torre Alemanna ed aprire il complesso a differenti target di utenza (scuole, famiglie, gruppi e visitatori individuali), nella convinzione che è dalle esperienze del passato e dalla sua storia che un territorio può e deve ripartire per diventare innovativo e sviluppare nuove opportunità di crescita culturale, sociale ed economica.

L’associazione “Imperiales Friderici II”

L’Associazione storico-culturale “Imperiales Friderici II” di Foggia, operante già dalla metà degli anni novanta, si è ufficialmente costituita nel 2004.

Composta da un gruppo di amici aventi la comune passione per la storia medievale e le sue discipline, l’associazione nasce con l’idea di realizzare una fedele e corretta ricostruzione di eventi aggregativi denominati “Rievocazioni Storiche” attraverso ricerche tecnico-storiche – sia a carattere locale sia nazionale – sull’organizzazione sociale, sugli usi e costumi e quant’altro necessario e utile, con riferimento alle fonti coeve e disponibili e/o con formulazione di ipotesi plausibili.

L’Associazione, inoltre, organizza e partecipa anche ad incontri-convegni e seminari didattici, sia a livello universitario che per le scuole, riguardanti svariate tematiche di un periodo storico preso ad esame.

 http://www.imperialesfriderici.com/